CANTINE APERTE !

Cos’hanno in comune il vino, la fiducia, i topi, i grandi e il cubo di rubick ?! Secondo me tutto, e niente… ma vino veritas, succo d’uva e Nettare degli Dei, dalle terre d’aglianico vi racconto una storia un po lunga e contorta..

I grandi sono strani… se non vedono non ci credono! Hanno bisogno di constatare le cose.. persino io proprio come il cubo di rubick ho rigirato tutto fino allo sfinimento per verificare se davvero ogni lato del cubo potesse avere un colore solo… e anche se ad un certo punto mi era venuto il dubbio che il mio cubo fosse diverso dagli altri, niente, mi son arreso ed ho dovuto ammette la cruda realtà, il mio cubo fatto di tanti colori era uguale agli altri… e solo quando ogni lato aveva un colore solo, lo giravo e rivoltavo tra le mani per mettere in discussione e negare l’evidenza, mi sarebbe bastato un solo tassello di un colore diverso.. ma siamo grandi e non crediamo più alle storie di fantasia….vogliamo storie vere…non ci fidiamo dei racconti…

Questa è un po’ la distinzione tra i grandi e il resto del mondo… i grandi hanno ormai perso quella strana forma di certezza…. che si chiama fiducia!

“I diversamente Grandi “invece hanno ancora un elevata attitudine a fidarsi tant’è vero che se ad un bambino gli si dice che dietro quel divano c’è la casa di un topolino, lui anche se non dovesse mai vederlo sarà convinto della sua esistenza perchè si fida di ciò che gli viene detto…….

Ed io sono diventato un po’ grande purtroppo…e voglio nome e cognome dei topi con tanto di certificato di residenza!! e finché non li vedo con i miei occhi per

me non esistono…!

addirittura anche dopo aver visto non mi fido dell’impressione che mi son fatto….

peró qualcuno potrebbe dirmi che ho investito in una scatola che contiene una pecora e il mondo intero….

Ma la fiducia è come una grossa botte di vino d’annata, quello fatto con l’uva, con sudore e cuore… di quel succo d’uva ad ogni incontro con persone speciali si ricambia con una bottiglia, solo per il piacere di donare e per il piacere di dare un po’ di sè… ed in cambio Amicizia, affetto, stima e spesso schiaffi, pugnalate e calci nel sedere.. ma lo sapete meglio di me!!? Non è una novità ! così nel lungo periodo può succedere che fino alla prossima vendemmia le bottiglie son finite e le botti tutte vuotate… e di quel vino color sangue, donato non torna indietro niente..neppure le bottiglie vuote… così la fiducia allo stesso modo bisogna riconquistarla e coltivarla nuovamente come si fa con le viti per risanare una pianta… per tutto il tempo necessario.. con pazienza ed ottimismo fino alla prossima vendemmia..

un lavoraccio stare a secco di fiducia, molto più di rinunciare al vino… ma questo non lo può capire un astemio e nemmeno uno stronzo!

Bisogna seminare bontà, per il prossimo… non chiacchiere… la vigna si fa sporcandosi le mani… mettendosi in ginocchio…. piegandosi difronte ad una pianta…. bisogna parlare e dialogare anche quando pensiamo che non riceveremo risposte…. solo così un giorno avrai una botte piena di fiducia per il prossimo…..

E solo così si può brindare inclinando i calici, facendoli toccare tra di loro guardandosi negli occhi …. questo non lo si può fare senza vino e senza fiducia!

Allora tutti a cercare la miglior etichetta per la propria bottiglia … per sembrare più buoni….

Essere buoni non vuol dire non avere mai fatto il cattivo, essere onesti non vuol dire che per tutto il tempo non trai vantaggi da qualcosa, insomma il fatto di essere una brava persona non vuol dire che almeno una volta non sia stato un stronzo! È così ! e così…quando si è gentili non vuol dire che per tutta la vita porgerai un inchino al prossimo, qualche “ vaffa “ l’hai distribuito e lo distribuirai nel tempo…

Il concetto espresso e sviscerato é che ogni mattina ci si sveglia con le “ buone intenzioni “ di non ferire, non peccare, per potersi a fine giornata guardare allo specchio e rispondere alle domande della tua *coscienza…. e qui ci sarebbe da mettere l’asterisco e spiegare in piccolo a fine pagina *la coscienza

Ognuno di noi ha una propria moralità e naturalmente ogni santa sera le domande a cui verrai posto dalla vocina sono diverse da ciascuno di noi… in linea di massima tutti noi per essere Persone migliori dobbiamo rispettare le stesse regole “ grosso modo” … ma c’è chi ha patteggiato con la propria coscienza altre condizioni e loro vanno a letto con ben altri sensi di colpa!

Io ho deciso non di essere un Santo, ma di peccare con cuore ed intelligenza!

Quando vi offro da bere, sorseggiate, gustate e se vi va chiedete ancora un po’… ma non rubate le bottiglie della mia cantina non ce n’è bisogno, chiedete e vi sarà dato….almeno posso chiedervi di riportarmi le bottiglie vuote per la prossima vendemmia…tanto io il vino non lo bevo, lo faccio solo per voi…..

Data e luogo: 22/09/19 Loft AE h16:26

Colonna sonora : Ligabue – Lettera a G

Link: https://g.co/kgs/nMCfWv

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...